Home

PassoBarbasso
...ascolta il tuo passo

Notizie dall'Associazione

  • Escursioni Rinviate/Annullate

    La prima tappa della gita da "Firenze a Siena" prevista l'11-12 Marzo non potrà essere effettuata per problemi dell'accompagnatore. In sostituzione ci sarà nella sola giornata del 12 Marzo la gita La via delle Grance (SI).
     
     
  • Attorno alla Spipola

    Bologna
    dom 26 feb

    Nell'ambito della collaborazione con la "Consulta per l'escursionismo della provincia di Bologna", Domenica 26 Febbraio proponiamo una piacevole passeggiata nel Parco dei Gessi Bolognesi alla ricerca delle prime fioriture. Un’occasione per ammirare angoli sorprendenti di natura a due passi da casa.

    Scarica la scheda dell'escursione

     
  • Verbale Consiglio Direttivo 21/01/2017

    L'ultimo consiglio direttivo dell'anno si è tenuto a Torino il 21 gennaio 2017.
    Trovate il verbale nel sito in "Chi Siamo --> Vita Associativa" ed a questo LINK.

     

Blog

  • Una novità per l'escursione del 4 febbraio

    L'escursione di sabato 4 febbraio è confermata e il tempo promette anche abbastanza bene. Se riusciremo ad essere almeno in otto, potremo confermare pure l'ora in palestra … ma c'è anche una novità:
    … nel calendario di ArteFiera 2017 c'è una piccolissima mostra che può interessare anche PassoBarbasso … la mostra si chiama "Sensilibri" ed è organizzata nell'Istituto per ciechi Francesco Cavazza, che sta in via Castiglione 71, cioè più o meno sul nostro percorso di discesa dalle colline di Bologna, fra Porta San Mamolo e via Farini.
    La mostra parte dai "Botroidi di Luigi Fantini" (qualcuno ricorderà "La vite del Fantini", che abbiamo visto lo scorso anno … è lo stesso Fantini), per passare all'arte preistorica (e il passaggio non è né casuale né arbitrario), a bellissimi libri tattili e a straordinari strumenti di lettura per ciechi. E' una visita veramente emozionante.

    Nerio Naldi

     

     

     
  • Sostegno dopo il terremoto

    Vi segnalo un'iniziativa nata nel giro di pochi giorni, ad opera di giovani volontari di Tolentino (il mio paese, ora parecchio acciaccato). E' stata fondata un'assoziazione che sostiente e promuove tramite internet la vendita di prodotti locali e merce dei negozianti/piccoleaziende colpiti dal terremoto. E' un piccolo amazon, subito battezzato "Amazon de nojaltri".
    Mi sembra un progetto valido e concreto, che ha ricevuto molti apprezzamenti. Se potete diffondete, tutti i centri storici dell'Alto Maceratese sono zona rossa, questo per chi ci vive e lavora significa decadimento pieno a livello occupazionale e oscure prospettive future. Sto anche cercando aziende da cui acquistare durettamente ma non è semplice capire chi e molte realtà non sono in grado di organizzare e gestire la logistica di acquisti a distanza, così DajeMarche è sorto anche come realtà che fa questo servizio.
    Si possono fare acquisti collettivi anche per abbattere i costi di spedizione.
    Per farvi un'idea esplorate oltre al sito di DajeMarche anche la pagina FB.

    Patrizia Cola

     

     
  • Sorprese e gioia dal sapore antico ...

    Ancora una volta la collina torinese ci ha riservato sorprese inaspettate. Domenica 15 gennaio, Oliviero e le due Patrizie, hanno guidato 48 camminanti al giro delle 5 chiese agresti. Sorprendente la limpidezza del cielo che chi ha fatto gustare tutte le nostra Alpi Graie: dal consueto Monviso, al massiccio del Rosa con il Cervino, più timido e discosto. Le ondulazioni dolci, con i filari delle viti del Basso Monferrato, parzialmente spruzzati di neve. I piccoli paesi, in cima alle colline, e immutati da secol. L'alternarsi di sole ed ombra nel dolce salire e scendere per raggiungere le 5 chiesette. Ed in una di essa abbiamo anche intonato il saluto a Maria, di un'antica canzone religiosa. La proposta è stata raccolta da tanti nuovi amici. Nella sosta presso una delle cappelle ci siamo seduti tutti vicini, per gustare e condividere panini, torte e bevande. con una ... tammuriata al termine. Una sorpresa dei nuovi amici presenti, che al termine della giornata, nella piazza di Berzano, hanno voluto raddoppiare: hanno estratto dalle auto tammorre e castagnette ed hanno coinvolto tutti in alcuni balli della tradizione napoletana. Cose dal sapore antico! Che non cessano di dare giora e scaldare i cuori di chi vi prende parte.

    Renato Cogno

     

     

     

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy