Home
Home

PassoBarbasso
...ascolta il tuo passo

Notizie

  • PastaBarbassa 4 -- Resoconto e Ricette dei piatti in gara

    Torino, 28 settembre 2018

    Come ogni barbasso ormai sa, PastaBarbassa è l'annuale gara di abilità culinaria tra i barbassi del nord-ovest. La formula è molto semplice: prepari un sugo per condire una pasta (la stessa per tutti); lo presenti al pubblico della serata, convenuto numeroso per la ghiotta occasione; degusti insieme ai presenti i sughi in gara; infine, si vota, e vince il sugo più votato (ok nelle precedenti edizioni si votava per applauso, ma da questa edizione abbiamo voluto fare sul serio...)
    Sono quattro i cuochi presentatisi quest'anno. Diletta, la più giovane del gruppo, 15 anni, ma già veterana di PastaBarbassa (terza edizione); Chiara, campionessa in carica, cui spettava il gravoso compito della difesa del titolo; Silvia, un gradito ritorno ai fornelli della kermesse; e infine Massimo (ritratto nella foto metre arringa fino allo sfinimento l'uditorio affamato), che quest'anno finalmente ha vinto, stupendoci con il suo sugo nostrum!!!


    Ringraziamo tutti i cuochi, che dopo averci deliziato con le loro leccornie, ci hanno anche fatto dono delle relative ricette, che trovate di sotto.

    Arriverci al prossimo anno!

    P.S. Le foto della serata si possono vedere a questo link.

     

    Sugo Nostrum (a cura di Massimo, ricetta vincitrice)

    In olio EVO e un po' di burro ho fatto rosolare qualche spicchio di aglio di Nubia schiaccciato, quindi li ho rimossi e vi ho stemperato qualche acciuga. A parte ho preparato il succo di alcuni limoni bio di Sorrento e la primissima buccia (attentamente grattuggiata) per poi aggiungere il succo e la buccia sulla pasta prima di servirla. Il sugo ai sapori mediterranei sarebbe stato pronto. Ma .... il Mare Nostrum che con le sue acque lambisce terre magnifiche, da sempre luoghi di bellezze incomparabili, di cultura e di incontri e' divenuto tomba di decine di migliaia di uomini, donne, bambini e bambine alla ricerca di una speranza di vita migliore. Ho quindi fatto appassire nell'olio pezzetti di peperoni rossi, dolci e piccanti, in ricordo di quanti hanno perso la vita nei viaggi di speranze e di quanti, in maglietta rossa, scendono nelle piazze contro una crudele e ingiusta politica migratoria che erge muri invece di costruire ponti. La pasta cosi' condita e' stata servita con la preghiera laica "Mare nostro che non sei nei cieli" di Erri De Luca.
     

    Mare nostro che non sei nei cieli
    e abbracci i confini dell'isola
    e del mondo col tuo sale,
    sia benedetto il tuo fondale,
    accogli le gremite imbarcazioni
    senza una strada sopra le tue onde
    i pescatori usciti nella notte,
    le loro reti tra le tue creature,
    che tornano al mattino con la pesca
    dei naufraghi salvati.

    Mare nostro che non sei nei cieli,
    all'alba sei colore del frumento
    al tramonto dell'uva e di vendemmia.
    ti abbiamo seminato di annegati più di
    qualunque età delle tempeste.

    Mare Nostro che non sei nei cieli,
    tu sei più giusto della terraferma
    pure quando sollevi onde a muraglia
    poi le abbassi a tappeto.
    Custodisci le vite, le visite cadute
    come foglie sul viale,
    fai da autunno per loro,
    da carezza, abbraccio, bacio in fronte,
    madre, padre prima di partire

    Penne al salmone e gamberetti con crema di radicchio e noci (a cura di Diletta)

    Ingredienti

    500 gr di penne rigate

    20 gamberetti

    200 gr di salmone

    1 cespo di radicchio

    8 noci

    1 limone

    100 ml di panna

    1 scalogno

    1 bicchiere di vino bianco

    Olio e sale

    Per prima cosa preparare la crema di radicchio: frullare insieme il radicchio e le noci fino ad ottenere una crema omogenea aggiungendo alla fine un qualche cucchiaio di olio e amalgamare bene in modo da rendere il composto abbastanza morbido. Aggiustare di sale e mettere da parte la crema di radicchio. In una padella abbastanza capiente da contenere la pasta, far imbiondire lo scalogno con 4 cucchiai d’olio insieme alla buccia del limone. Aggiungere quindi prima i gamberetti sgusciati e far rosolare per 5 minuti e poi il salmone e continuare la cottura per altri 5 minuti. Trascorso questo tempo unire la crema di radicchio e continuare la cottura per circa 15 minuti aggiungendo il vino di tanto in tanto e far evaporare. Al termine unire la panna e amalgamare. Versare quindi le penne nella padella con il condimento e far saltare per qualche minuto, aggiungendo dell’acqua di cottura se il condimento si dovesse addensare troppo.

     

    Penne piselli e salsiccia la profumo di curry (a cura di Silvia)

    Ingredienti

    500 g. di penne

    1 scatola di piselli 

    250 g. di salsiccia

    1 cartoccio di panna

    cipolla q.b.

    curry q.b.

    sale q.b. 

    olio q.b.

    Affettare sottilmente la cipolla e farla rosolare con olio in una padella ampia. Versarvi i piselli e farli cuocere per circa 10 min., aggiungere la salsiccia sbriciolata e far cuocere ancora per ca. 15 min. o finché non si vede che la salsiccia è cotta. Nel frattempo unire in una ciotola il curry (la quantità dipende dal tipo di curry e dal proprio gusto) alla panna e girare bene, se troppo densa allungare con un po' di acqua di cottura della pasta. Versare la panna nella padella e amalgamare con i piselli e la salsiccia. Salare a piacere.  Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e versarla nella padella per ultimare la cottura e amalgamare bene tutti gli ingredienti. 

    Buon appetito!

     

     

    Crema di scarola con capperi e olive di gaeta (a cura di Chiara)

    Dosi per 4 persone:

    scarole

    2 capperi di Pantelleria

    50g olive nere di Gaeta

    100g pinoli

    50g aglio

    1 spicchio peperoncino

    olio d’oliva

    sale

    Dissalare i capperi. Mondare le scarole eliminando le foglie più dure, lavarle e sbollentarle per 2 minuti in acqua salata. Scolare conservando un po’ di acqua di cottura, passarle sotto l’acqua fredda e frullare le scarole con un filo di olio e 2 cucchiai di acqua di cottura. Lasciar raffreddare. Snocciolare le olive e tritarle grossolanamente. Far cuocere la pasta e, nel frattempo, scaldare 4 cucchiai di olio in una padella, farci rosolare l’aglio affettato e il peperoncino sbriciolato. Quando l’aglio sarà dorato, aggiungere la crema di scarola, le olive, i capperi e far cuocere a fuoco basso per 2 minuti. Far tostare i pinoli, scolare la pasta al dente e farla saltare nel condimento per 1 minuto. Finire con i pinoli prima di servire.

     

     

     
  • Escursioni Rinviate/Annullate

     

    L'escursione "Tanaro…pellegrini e partigiani (CN)" viene posticipata a Domenica 25 Novembre, sperando in una migliore disposizione di Giove Pluvio.

    L'escursione "Cortona e il monastero francescano “Le Celle “ (AR)" in programma per il 18 Novembre è stata spostata al 25 Novembre.
    L'escursione "Caccia al tesoro a Venezia" prevista per il 24-25 Novembre è stata spostata a Sabato 1 Dicembre e ridotta ad un giorno per problemi dell'alloggio dove si doveva dormire.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy